Narciso e Boccadoro con Luna Rossa

Scritto da: Daniele Cavagna In: Abbinamenti enoletterari Su: sabato, febbraio 18, 2017 Commento: 0 Colpire: 61

Hesse è stato un autore come ce ne sono stati pochi. Forse è stato l’unico a saper unire un pensiero così profondo ad un modo di trasmetterlo così leggero e gradevole. Narciso e Boccadoro è come un fumetto che diventa libro di testo alla facoltà di filosofia.

Già, perché è un’indagine sull’eterna lotta tra il bene e il male, anzi di più, tra la comprensione del bene e del male, raccontata come la racconterebbe un bambino immacolato e non ancora piegato dal mondo e dalla vita. In questo Hesse compie una ricerca simile a quella che nell’arte visiva compie, in un periodo di poco precedente, Paul Cézanne.

La ricerca della purezza dello sguardo, dell’onestà intellettuale, della messa al bando di ogni preconcetto. Difficile. Eppure anche solo il tentativo è lodevole, perché non è semplice vivere secondo natura lasciando da parte l’usanza, la morale, la consuetudine. E’ difficile anche solo pensarlo.

Narciso e Boccadoro e Luna Rossa

Soprattutto al giorno d’oggi è difficile pensare fuori dal coro. Ognuno di noi è tempestato ininterrottamente da pubblicità, informazioni, notizie che condizionano il nostro modo di vivere. L’Azienda AgricolavCaminella produce con coraggio un vino fuori dal coro. Il Luna Rossa è un vino che non ha denominazione, pur essendo prodotto nella zona della Valcalepio.

Questo denota coraggio perché appoggiarsi a un marchio o a un nome riconosciuto può essere una via un pò più semplice dal punto di vista commerciale per un’azienda. Ma la ricerca onesta, quella stessa ricerca che compiono Narciso e Boccadoro nel romanzo, hanno portato alla creazione di un ottimo vino fuori dai canoni e dalla consuetudine.

Ognuno per sè può considerare ciò che è bene e ciò che è male. Si può vivere anche senza farlo lasciandosi portare dalla corrente, certo. Ma questo abbinamento, ne siamo sicuri, farà venir voglia di unirsi alla carovana di Hesse e del Luna Rossa alla ricerca di un modo di vedere le cose puro e innocente, senza giudizi omologati e pensieri già confezionati per noi da altri.

Immaginiamo di essere nati un istante fa e di vedere tutto per la prima volta, le cose importanti e belle sono le stesse che abbiamo sempre in testa o …?

Commenti

Lascia il tuo commento